1. 1PROGETTAZIONE STRUTTURALE

    PROGETTAZIONE STRUTTURALE / DIREZIONE LAVORI STRUTTURALE

    La progettazione strutturale è un aspetto fondamentale sia per la realizzazione di una nuova struttura, sia nel caso di ristrutturazione di una struttura esistente.
    Mi occupo di tutti gli aspetti che il progetto deve necessariamente comprendere:
    relazione di calcolo strutturale con descrizione generale dell’opera e dei criteri generali di analisi e verifica;
    – relazione sui materiali adottati;
    – elaborati grafici;
    – particolari costruttivi;
    – piano di manutenzione della parte strutturale dell’opera;
    – relazione sui risultati sperimentali corrispondenti alle indagini specialistiche necessarie alla realizzazione dell’opera.

     In qualità di Direttore dei Lavori  delle opere strutturali assumo i seguenti incarichi:
    -dell’alta sorveglianza dei lavori, da svolgere con visite nel numero necessario ad esclusivo giudizio dell’ingegnere emanando le disposizioni e gli ordini per l’attuazione dell’opera progettata nelle sue varie fasi esecutive e sorvegliandone la buona riuscita;
    -dell’emanazione, al costruttore, delle disposizioni e degli ordini necessari affinchè l’opera venga realizzata in conformità al progetto strutturale e ne sia assicurata la buona riuscita.

  2. 2PROGETTAZIONE ARCHITETONICA

    PROGETTAZIONE ARCHITETONICA

    Mi occupo di tutte le fasi del progetto architettonico:

    Preliminare: (Relazione illustrativa; relazione tecnica; studio di prefattibilità ambientale; indagini geologiche, idrogeologiche ed archeologiche preliminari; planimetria generale e schemi grafici; prime indicazioni e disposizioni per la stesura dei piani di sicurezza; calcolo sommario della spesa;

    Definitiva: (relazione generale; relazioni tecniche e relazioni specialistiche quali quella geologica, geotecnica, idrogeologica, idraulica, archeologica ecc.; rilievi planoaltimetrici e studio dettagliato di inserimento urbanistico; elaborati grafici; studio di impatto ambientale ove previsto dalle vigenti normative ovvero studio di fattibilità ambientale; calcoli preliminari delle strutture e degli impianti; disciplinare descrittivo e prestazionale degli elementi tecnici; censimento e progetto di risoluzione delle interferenze; piano particellare di esproprio; elenco dei prezzi unitari ed eventuali analisi; computo metrico estimativo; aggiornamento del documento contenente le prime indicazioni e disposizioni per la stesura dei piani di sicurezza; quadro economico con l’indicazione dei costi della sicurezza desunti sulla base del documento di cui al punto precedente)

    Esecutiva: (una relazione generale; le relazioni specialistiche; gli elaborati grafici, anche quelli relativi alle strutture, agli impianti ed alle opere di risanamento ambientale; i calcoli esecutivi delle strutture e degli impianti; i piani di manutenzione dell’opera nel suo complesso e nelle parti di cui è composto; i piani di sicurezza e coordinamento; il computo metrico estimativo definitivo ed il quadro economico; il cronoprogramma dei lavori; elenco dei prezzi unitari ed eventuali analisi; il quadro dell’incidenza di manodopera per le diverse categorie di cui si compone la lavorazione)





  3. 3PROGETTAZIONE IMPIANTI TERMICI

    PROGETTAZIONE IMPIANTI TERMICI

    Dimensionamenti e schemi idraulici di impianti di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria in palazzine esistenti o di nuova costruzione, con l´utilizzo delle più moderne tecnologie per il risparmio energetico.

  4. 4RELAZIONI ENERGETICO AMBIENTALI

    REDAZIONE RELAZIONI ENERGETICO AMBIENTALI

    Al fine di perseguire gli obiettivi generali di:

    - utilizzo razionale delle risorse energetiche e delle risorse idriche;
    - riduzione dell’ emissione di anidride carbonica e di altre sostanze inquinanti;
    – maggiore qualità dell’ambiente interno (termico, luminoso, acustico, qualità dell’aria);

    in linea con quanto previsto nei testi legislativi in tema di prestazione energetica nell’edilizia e di inquinamento ambientale, lìallegato energetico-ambientale promuove interventi edilizi volti a:

    ottimizzare le prestazioni energetiche ed ambientali dell’involucro edilizio e dell’ambiente costruito;
    - migliorare l’efficienza energetica del sistema edificio-impianti;
    - utilizzare fonti rinnovabili di energia; – contenere i consumi idrici;
    - utilizzare materiali bio-compatibili ed eco-compatibili. 

    Questi obiettivi sono perseguiti attraverso l’introduzione di prescrizioni e attraverso la definizione di livelli prestazionali minimi di qualità, sia per gli edifici di nuova costruzione, sia per gli edifici esistenti sottoposti a ristrutturazione o manutenzione straordinaria.

  5. 5RUOLO RSPP

    RUOLO RSPP

    Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è una delle principali figure designate per la tutela della sicurezza dei lavoratori e la valutazione dei rischi in azienda.

    La figura di RSPP, essendo in possesso di numerose capacità tecniche in materia di sicurezza sul lavoro, si configura assieme al Rappresentante dei lavoratori RLS come il principale collegamento tra dipendenti e azienda.

    collabora alla realizzazione del piano di sicurezza, alla valutazione dei rischi e segnalo al datore di lavoro eventuali inadempienze o irregolarità sul lavoro in collaborazione con Medico Competente e RLS

    - esternamente mi confronto con gli organi di vigilanza territoriali, ed in sede di ispezione affianco gli organi esterni fornendo loro chiarimenti in merito al documento di valutazione rischi (DVR)

  6. 6SICUREZZA NEI CANTIERI

    SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI

    Coordinatore in materia di sicurezza e di salute durante la progettazione dell’opera, incaricato dal committente o dal responsabile dei lavori, col compito di:

    - Redigere il piano di sicurezza e di coordinamento;
    - Predisporre un fascicolo adattato alle caratteristiche dell’opera contenente le informazioni utili ai fini della prevenzione e della protezione dai rischi cui sono esposti i lavoratori, tenendo conto delle specifiche norme di buona tecnica

    Coordinatore in materia di sicurezza e di salute durante la realizzazione dell’opera,  incaricato dal committente o dal responsabile dei lavori, col compito di:

    - verificare, con opportune azioni di coordinamento e controllo, l’applicazione, da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi, delle disposizioni loro pertinenti contenute nel piano di sicurezza e di coordinamento e la corretta applicazione delle relative procedure di lavoro;
    - verificare l’idoneità del piano operativo di sicurezza, da considerare come piano complementare di dettaglio del piano di sicurezza e coordinamento, assicurandone la coerenza con quest’ultimo; ove previsto adeguare il piano di sicurezza e di coordinamento e il fascicolo in relazione all’evoluzione dei lavori ed alle eventuali modifiche intervenute, valutando le proposte delle imprese esecutrici dirette a migliorare la sicurezza in cantiere, verificare che le imprese esecutrici adeguino, se necessario, i rispettivi piani operativi di sicurezza;
    - organizzare tra i datori di lavoro, ivi compresi i lavoratori autonomi, la cooperazione ed il coordinamento delle attività nonché la loro reciproca informazione;
    - verificare l’attuazione di quanto previsto negli accordi tra le parti sociali al fine di realizzare il coordinamento tra i rappresentanti della sicurezza finalizzato al miglioramento della sicurezza in cantiere;
    - segnalare al committente o al responsabile dei lavori, previa contestazione scritta alle imprese e ai lavoratori autonomi interessati, le inosservanze alle disposizioni . alle prescrizioni del piano . e propone la sospensione dei lavori, l’allontanamento delle imprese o dei lavoratori autonomi dal cantiere, o la risoluzione del contratto. Nel caso in cui il committente o il responsabile dei lavori non adotti alcun provvedimento in merito alla segnalazione, senza fornire idonea motivazione, il coordinatore per l’esecuzione dà comunicazione dell’inadempienza alla azienda unità sanitaria locale e alla direzione provinciale del lavoro territorialmente competenti;
    -sospendere, in caso di pericolo grave e imminente, direttamente riscontrato, le singole lavorazioni fino alla verifica degli avvenuti adeguamenti effettuati dalle imprese interessate.









     


  • PROGETTAZIONE STRUTTURALE

    PROGETTAZIONE STRUTTURALE / DIREZIONE LAVORI STRUTTURALE

    La progettazione strutturale è un aspetto fondamentale sia per la realizzazione di una nuova struttura, sia nel caso di ristrutturazione di una struttura esistente.
    Mi occupo di tutti gli aspetti che il progetto deve necessariamente comprendere:
    relazione di calcolo strutturale con descrizione generale dell’opera e dei criteri generali di analisi e verifica;
    – relazione sui materiali adottati;
    – elaborati grafici;
    – particolari costruttivi;
    – piano di manutenzione della parte strutturale dell’opera;
    – relazione sui risultati sperimentali corrispondenti alle indagini specialistiche necessarie alla realizzazione dell’opera.

     In qualità di Direttore dei Lavori  delle opere strutturali assumo i seguenti incarichi:
    -dell’alta sorveglianza dei lavori, da svolgere con visite nel numero necessario ad esclusivo giudizio dell’ingegnere emanando le disposizioni e gli ordini per l’attuazione dell’opera progettata nelle sue varie fasi esecutive e sorvegliandone la buona riuscita;
    -dell’emanazione, al costruttore, delle disposizioni e degli ordini necessari affinchè l’opera venga realizzata in conformità al progetto strutturale e ne sia assicurata la buona riuscita.

  • PROGETTAZIONE ARCHITETONICA

    PROGETTAZIONE ARCHITETONICA

    Mi occupo di tutte le fasi del progetto architettonico:

    Preliminare: (Relazione illustrativa; relazione tecnica; studio di prefattibilità ambientale; indagini geologiche, idrogeologiche ed archeologiche preliminari; planimetria generale e schemi grafici; prime indicazioni e disposizioni per la stesura dei piani di sicurezza; calcolo sommario della spesa;

    Definitiva: (relazione generale; relazioni tecniche e relazioni specialistiche quali quella geologica, geotecnica, idrogeologica, idraulica, archeologica ecc.; rilievi planoaltimetrici e studio dettagliato di inserimento urbanistico; elaborati grafici; studio di impatto ambientale ove previsto dalle vigenti normative ovvero studio di fattibilità ambientale; calcoli preliminari delle strutture e degli impianti; disciplinare descrittivo e prestazionale degli elementi tecnici; censimento e progetto di risoluzione delle interferenze; piano particellare di esproprio; elenco dei prezzi unitari ed eventuali analisi; computo metrico estimativo; aggiornamento del documento contenente le prime indicazioni e disposizioni per la stesura dei piani di sicurezza; quadro economico con l’indicazione dei costi della sicurezza desunti sulla base del documento di cui al punto precedente)

    Esecutiva: (una relazione generale; le relazioni specialistiche; gli elaborati grafici, anche quelli relativi alle strutture, agli impianti ed alle opere di risanamento ambientale; i calcoli esecutivi delle strutture e degli impianti; i piani di manutenzione dell’opera nel suo complesso e nelle parti di cui è composto; i piani di sicurezza e coordinamento; il computo metrico estimativo definitivo ed il quadro economico; il cronoprogramma dei lavori; elenco dei prezzi unitari ed eventuali analisi; il quadro dell’incidenza di manodopera per le diverse categorie di cui si compone la lavorazione)





  • PROGETTAZIONE IMPIANTI TERMICI

    PROGETTAZIONE IMPIANTI TERMICI

    Dimensionamenti e schemi idraulici di impianti di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria in palazzine esistenti o di nuova costruzione, con l´utilizzo delle più moderne tecnologie per il risparmio energetico.

  • RELAZIONI ENERGETICO AMBIENTALI

    REDAZIONE RELAZIONI ENERGETICO AMBIENTALI

    Al fine di perseguire gli obiettivi generali di:

    - utilizzo razionale delle risorse energetiche e delle risorse idriche;
    - riduzione dell’ emissione di anidride carbonica e di altre sostanze inquinanti;
    – maggiore qualità dell’ambiente interno (termico, luminoso, acustico, qualità dell’aria);

    in linea con quanto previsto nei testi legislativi in tema di prestazione energetica nell’edilizia e di inquinamento ambientale, lìallegato energetico-ambientale promuove interventi edilizi volti a:

    ottimizzare le prestazioni energetiche ed ambientali dell’involucro edilizio e dell’ambiente costruito;
    - migliorare l’efficienza energetica del sistema edificio-impianti;
    - utilizzare fonti rinnovabili di energia; – contenere i consumi idrici;
    - utilizzare materiali bio-compatibili ed eco-compatibili. 

    Questi obiettivi sono perseguiti attraverso l’introduzione di prescrizioni e attraverso la definizione di livelli prestazionali minimi di qualità, sia per gli edifici di nuova costruzione, sia per gli edifici esistenti sottoposti a ristrutturazione o manutenzione straordinaria.

  • RUOLO RSPP

    RUOLO RSPP

    Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è una delle principali figure designate per la tutela della sicurezza dei lavoratori e la valutazione dei rischi in azienda.

    La figura di RSPP, essendo in possesso di numerose capacità tecniche in materia di sicurezza sul lavoro, si configura assieme al Rappresentante dei lavoratori RLS come il principale collegamento tra dipendenti e azienda.

    collabora alla realizzazione del piano di sicurezza, alla valutazione dei rischi e segnalo al datore di lavoro eventuali inadempienze o irregolarità sul lavoro in collaborazione con Medico Competente e RLS

    - esternamente mi confronto con gli organi di vigilanza territoriali, ed in sede di ispezione affianco gli organi esterni fornendo loro chiarimenti in merito al documento di valutazione rischi (DVR)

  • SICUREZZA NEI CANTIERI

    SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI

    Coordinatore in materia di sicurezza e di salute durante la progettazione dell’opera, incaricato dal committente o dal responsabile dei lavori, col compito di:

    - Redigere il piano di sicurezza e di coordinamento;
    - Predisporre un fascicolo adattato alle caratteristiche dell’opera contenente le informazioni utili ai fini della prevenzione e della protezione dai rischi cui sono esposti i lavoratori, tenendo conto delle specifiche norme di buona tecnica

    Coordinatore in materia di sicurezza e di salute durante la realizzazione dell’opera,  incaricato dal committente o dal responsabile dei lavori, col compito di:

    - verificare, con opportune azioni di coordinamento e controllo, l’applicazione, da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi, delle disposizioni loro pertinenti contenute nel piano di sicurezza e di coordinamento e la corretta applicazione delle relative procedure di lavoro;
    - verificare l’idoneità del piano operativo di sicurezza, da considerare come piano complementare di dettaglio del piano di sicurezza e coordinamento, assicurandone la coerenza con quest’ultimo; ove previsto adeguare il piano di sicurezza e di coordinamento e il fascicolo in relazione all’evoluzione dei lavori ed alle eventuali modifiche intervenute, valutando le proposte delle imprese esecutrici dirette a migliorare la sicurezza in cantiere, verificare che le imprese esecutrici adeguino, se necessario, i rispettivi piani operativi di sicurezza;
    - organizzare tra i datori di lavoro, ivi compresi i lavoratori autonomi, la cooperazione ed il coordinamento delle attività nonché la loro reciproca informazione;
    - verificare l’attuazione di quanto previsto negli accordi tra le parti sociali al fine di realizzare il coordinamento tra i rappresentanti della sicurezza finalizzato al miglioramento della sicurezza in cantiere;
    - segnalare al committente o al responsabile dei lavori, previa contestazione scritta alle imprese e ai lavoratori autonomi interessati, le inosservanze alle disposizioni . alle prescrizioni del piano . e propone la sospensione dei lavori, l’allontanamento delle imprese o dei lavoratori autonomi dal cantiere, o la risoluzione del contratto. Nel caso in cui il committente o il responsabile dei lavori non adotti alcun provvedimento in merito alla segnalazione, senza fornire idonea motivazione, il coordinatore per l’esecuzione dà comunicazione dell’inadempienza alla azienda unità sanitaria locale e alla direzione provinciale del lavoro territorialmente competenti;
    -sospendere, in caso di pericolo grave e imminente, direttamente riscontrato, le singole lavorazioni fino alla verifica degli avvenuti adeguamenti effettuati dalle imprese interessate.